fbpx

Dopo gli ultimi 14 giorni di allenamenti duri (mai così intensi a Dicembre) e con davanti a me ancora 3 allenamenti "buoni" di quelli tosti, per far sintesi e concludere un ciclo fondamentale per la prossima impresa, mi si pongono davanti alcune riflessioni.

tortour recovery

In una società che sembra fagocitare il nostro tempo è giusto e doveroso trovare i momenti per fermarsi e riflettere. A chi mi chiede come si faccia a pensare di pedalare 10-12 ore al giorno, rispondo sempre descrivendo una mia giornata "tipo". In confronto alle normali attività sembra quasi un "gioco" dover attraversare in soli 4 giorni la Lapponia. La bici è il giusto "luogo" su cui riflettere. Quando pedalo la vita scorre a una velocità diversa, mi offre quei punti di vista che solitamente non sono in grado di cogliere. A questa foto sono molto affezionato. Era il Tortour 2012, arrivato a margine di un'estate complicata, forse la più difficile che io ricordi. Un settimo posto al debutto in una competizione di 1000 km è qualcosa di prezioso da tenere per sempre nella personalissima bacheca dei "successi", ma in questo sguardo ricordo tutti i dubbi, le paure e le incertezze per il futuro. Quella stessa strada, percorsa 12 mesi, mi ha restituito la chiarezza. Ed ora, con rinnovato amore per la vita, inizio il mio 2014 sperando di chiudere proprio lì. sulle strade elvetiche, un cerchio che ha bisogno solo del suo normale coronamento...

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella "Cookie Policy". Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la "Cookie Policy". Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.